Signoraggio Bancario e l’incantesimo della moneta.

16/12/2019 admin 2 min read
Nino Galloni

Signoraggio Bancario e l’incantesimo della moneta.

16/12/2019 Mauro Abiti 2 min read

Buongiorno a tutti Ribelli

Il signoraggio Bancario in una tiepida  giornata a Roma

Oggi in piazza a Montecitorio, 6 dicembre 2019, il movimento LIBERIAMO L’ITALIA ha manifestato contro il MES e contro lo scippo del contante ai cittadini italiani.

Ma di chi è la proprietà della moneta all’ atto dell’emissione?

Ti sei mai fatto questa semplice domanda?

Tutti noi pensiamo che la moneta sia pubblica, sbagliato, le banche sono tutte PRIVATE, si anche la banca d’ Italia qui trovi la lista degli azionisti, e fanno gli interessi di soggetti privati; e così la FED creata nel 1913 da sei famiglie sioniste di matrice ebraica, la BCE e tutte le banche centrali.

Il signoraggio bancario è il valore che i banchieri ricavano (illegalmente) dalla differenza tra il valore nominale, esempio banconota da 100€ e il valore di produzione della stessa (circa 10 centesimi) carta e inchiostro.

Le banche centrali che fanno interessi di soggetti privati, creano dal nulla le banconote e la moneta elettronica e la prestano agli Stati e ai cittadini. Questo incantesimo rende ostaggi tutti i cittadini dal 1694 con la nascita della Banca d’Inghilterra.

Signoraggio Bancario

Il professore emerito, Giacinto Auriti, docente dell’università della Sapienza negli anni 80’ e 90’ formula il Valore Indotto della Moneta e risponde alle 5 domande di Ezra Pound. La battaglia dell’umanità di tutti i cittadini è riconquistare la Sovranità Monetaria che oggi illegalmente appartiene a poche decine di famiglie, questi intrecci vengono spiegati in maniera eccellente nel libro del prof. Pietro Ratto: I Rothschild e gli altri.

Nel banner che ho esposto nella piazza abbiamo due differenti monete il Biglietto di Stato (Stato nota) e la Banconota; chi meglio del professore Nino Galloni poteva spiegarci l’importantissima differenza, questa è l l’intervista: “In questo pannello sono presenti due tipologie monetarie molto diverse tra loro, dire quasi opposte, c’è la moneta a DEBITO e ci sono le Stato note o biglietti di Stato a corso legale che NON sono a debito, qual è la differenza?

Per emettere queste, la banca centrale le stampa e le mette al passivo e poi all’attivo i titoli di Stato che compera per creare un’ effetto zero invece queste altre si possono emettere con lo stesso segno algebrico delle tasse quindi servono per ridurre il fabbisogno dello Stato senza indebitarsi, queste sono le monete del futuro, ovviamente bisogna avere una classe politica che lo capisce che lo vuole fare e che lo fa.

Queste sono 500 lire ma possiamo fare le 500€ e pagarci gli stipendi dei neo assunti nella pubblica amministrazione; questa moneta a corso legale ma non a debito perché emessa dallo Stato circola solo in Italia perché quella che circola in tutta l’unione Europa è un altro tipo di moneta e abbiamo sottoscritto un trattato che c’è lo impedisce ma quella che circola in Italia la possiamo immettere assumere i giovani senza far aumentare il deficit e il debito.”

Un’ultima domanda: le 500 lire erano quelle di Aldo Moro?

“Si esattamente”

Grazie prof Galloni

Mauro Abiti

All posts

No Comments

Leave a Reply

×

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi